open-baladin-fest-2014

    Sabato 30 agosto e domenica 31 agosto 2014 è in programma a Torino la prima edizione di Open Baladin Fest, un evento che nasce con l’ambizione di diventare un appuntamento annuale con un tema “dedicato” per ogni nuova edizione ed un unico obiettivo: promuovere la cultura della birra artigianale italiana!

    I protagonisti di questa inedita due giorni, che rappresenta il più importante evento birrario mai realizzato in Italia, saranno i 56 mastri birrai ospiti dell’evento, inviati a raccontarsi, insieme alle loro birre: 160 varietà alla spina, tutte rigorosamente artigianali, non pastorizzate… vive! A stimolare il confronto ci sarà un narratore d’eccezione: Lorenzo Dabove, il beer taster più famoso d’Italia che introdurrà agli stili, ai birrifici e racconterà come si degusta una birra creando dei veri e propri momenti di cultura birraria. Sarà questa un’occasione unica per tentare il bilancio di un’avventura fantastica, in un confronto diretto e aperto con in pubblico. Durante la due giorni Slow Food presenterà al pubblico la Guida alle birre d’Italia, edizione 2015, uno strumento indispensabile per conoscere una grande selezione di migliori birrifici italiani: sarà un’occasione per scambiare opinioni, ricevere suggerimenti e creare conoscenza. Saranno presenti i rappresentanti del Movimento Birrario Italiano MoBI, un gruppo spontaneo di consumatori consapevoli che presenterà la Guida MoBI ai Locali Birrari: 650 indirizzi di qualità tra pub, brewpub, beershop ma anche ristoranti, pizzerie, gastronomie, visitati, selezionati e recensiti uno per uno da MoBI.

    Domenica 31 agosto, verrà organizzata una “cotta pubblica” open air sul piazzale Valdo Fusi in collaborazione con l’Associazione Birrando e Gustando che illustrerà tutte le fasi del processo di produzione della birra artigianale, con particolare attenzione all’homebrewing casalingo. Nei due giorni, si svolgeranno le Officine Gastronomiche Birrarie di Chef Kumalé, ospite d’eccezione la beer chef Caroline Noel di Bruxelles.

    Alla degustazione delle birre artigianali verrà abbinato un percorso gastronomico con alcune tra le migliori espressioni dello street food italiano, selezionate dal giornalista “gastronomade” Vittorio Castellani aka Chef Kumalè.

    Saranno al Fest:
    Il Consorzio della Focaccia di Recco (Liguria)
    Le Bombette della Valle d’Itra (Puglia)
    Il Lampredotto e la trippa fiorentina (Toscana)
    Lo Gnocco fritto (Emilia Romagna)
    Le patate ripiene di Poormanger (Torino)
    I fritti e gli hamburger di prodotti dei Presidi Slow Food di Open Baladin (Torino)

    In concomitanza con il Baladin Open Fest si svolgeranno una serie di attività volte a creare e rafforzare il rapporto con i giovani skaters e writers di piazza Valdo Fusi. Verrà organizzato insieme all’associazione sportiva dilettantistica Skatebording Torino, un contest sportivo, nel quale skater locali e non si esibiranno in performance acrobatiche con lo scopo di determinare un “best trick” per ogni giornata di gara.

    Domenica 31 agosto verranno proposti momenti di avvicinamento allo skatebording. Verrà allestito il Graffiti Live Painting “Open Baladin e Valdo Fusi Skaters“ nel quale i writers daranno prova delle loro abilità su una serie di pannelli messi loro a disposizione dall’organizzazione. Evento nell’evento… farà la sua prima apparizione in bottiglia la birra POP, l’ultima nata della famiglia Baladin. Come la “popular music”, POP vuole essere una “popular beer” perché volutamente beverina, facile e dai costi contenuti. Lo farà con un’etichetta speciale, unica per l’evento, disegnata da “Kamel”, skater e “Giano306”, writer. La serie speciale non sarà in commercio e verrà donata agli skaters & writers di piazza Valdo Fusi in segno di amicizia. La due giorni sarà animata dalla musica acustica della Brass Band, un tappeto sonoro con DJ set e lo speakeraggio di Cocina Clandestina, il programma foodie di Radio GRP.

    Baladin Open Fest sarà una grande festa per gli appassionati della birra viva e per le migliaia di visitatori, torinesi e non… che prolungheranno di un memorabile week end le loro vacanze.

    OPEN BALADIN CONCEPT
    Open Baladin è un’idea, una birra, un locale nati dalla volontà di Teo Musso di diffondere la cultura della birra artigianale italiana. L’idea diffondere la conoscenza del mondo della birra artigianale italiana. Nessuna bandiera. Un solo obbligo: il prodotto deve essere di elevata qualità, un’eccellenza. La birra nel 2008 Teo propone la prima birra “open source” d’Italia diffondendo attraverso la rete la ricetta calcolata per una produzione “casalinga”. L’idea è quella di creare un flusso di interesse naturale, virale, per diffondere la conoscenza di una birra artigianale, di qualità, da pub. I locali nel 2009 l’evoluzione del progetto. Nasce Open Baladin Cinzano, un luogo d’incontro in cui gli appassionati ed i curiosi possono trovare 100 birre artigianali italiane in bottiglia e tante spine che a rotazione vengono ospitate. Al primo locale seguono quello di Roma (ormai un locale di culto) e Torino che da subito ha stravolto la concezione di bere birra nel capoluogo del Piemonte.

    ORARI DELLA MANIFESTAZIONE
    Sabato 30 agosto, dalle ore 18.00 alle 01.00
    Domenica 31 agosto, dalle ore 10.30 alle 01.00

    Per ulteriori informazioni potete consultare il sito www.baladin.it

    Se vuoi rimanere informato e aggiornato sui nostri articoli inserisci la tua email qui sotto: