Pane Nostrum – Senigallia (AN)

    Si terrà a Senigallia (AN) da giovedì 20 a domenica settembre 2012 la 12° edizione di “Pane Nostrum“, una quattro giorni all’insegna di fragranze e ritualità, tradizione e gusto, di mani sapienti che impastano e di mani attente che apprendono. Giorni intensi di viaggio intorno alle molteplici latitudini e declinazioni di un alimento che unisce le culture di tutto il mondo. “Pane Nostrum” è la Festa Internazionale del Pane che si svolge da dodici anni ed è  riconosciuta come una delle occasioni più importanti e significative che celebrano i luoghi e i prodotti di eccellenza della enogastronomia italiana.

    Pane Nostrum è una manifestazione del Comune di Senigallia, Confcommercio e C.I.A. della Provincia di Ancona, realizzata in collaborazione con Camera di Commercio di Ancona, Provincia di Ancona Assessorato all’Agricoltura, Regione Marche Assessorato Agricoltura.

    Pani e prodotti da forno di tutte le forme e di tutti i sapori, provenienti da tutta Italia e da regioni estere, realizzati con sapienza antica e alchimia di elementi (terra, acqua, aria, fuoco, mani, pazienza), saranno protagonisti indiscussi di un lungo fine settimana d’arte bianca. I sentieri della panificazione esplorati finora hanno per esempio condotto il pubblico nelle usanze e nelle culture Mediterraneo, dell’Adriatico, del nord Europa, di aree dove si parlano lingue minoritarie.

    Quest’anno, gli ospiti d’onore a Senigallia saranno: dal Trentino Alto Adige il pane delle Dolomiti e lo Shuttelbrot (pane di Segale), dalla Liguria il libretto e la focaccia ligure, il pane del pescatore, dalla Toscana il pane di Altopascio e i presidi Slow Food: Marocca di Casola con farina di castagne e il Testarolo Pontremolese, dall’Umbria il Pane di Terni e il Pan Pepato, dal Lazio il pane di Genzano, dall’Abruzzo i Fiadoni, dalla Calabria la pitta catanzarese, dalla Sicilia il pane etneo tradizionale, la mafalda, il pane con le olive e i biscotti al sesamo.

    A fare gli onori di casa come sempre i pani delle Marche, in particolare i pani marchigiani di filera come il pane sciapo di Fabriano, il Pangallo, il Pane del Duca, il Pane delle Terre di Frattula, il pane cotto a legna ai fiocchi di patate, pane di mosto e mandorle, pane di Kamut, pizza al formaggio, paste di mosto e dolci da forno grazie ai panificatori del territorio aderenti a Confcommercio Imprese per l’Italia Provincia di Ancona e ai panificatori aderenti al Marchio Qualità della Camera di Commercio di Ancona.

    Tra gli ospiti 2012 anche l’Associazione Pizzaioli Marchigiani che proporrà una pizza a km zero, fatta tutta con ingredienti degli agricoltori del territorio marchigiano. Infine, Pane Nostrum presterà un occhio anche alla scena europea, attraverso la partecipazione, divenuta ormai una piacevole e attesa tradizione dell’evento, delle città gemellate con Senigallia: Sens (Francia) e Lorrach (Germania).

    Fare il pane è “un rito domestico dai tratti pagani e religiosi insieme” ha scritto Predrag Matvejevic e questo rito viene riproposto ogni giorno in piazza, nei Forni a cielo aperto, nelle aule didattiche, nelle aree food e vendita. Anche quest’anno i visitatori avranno la possibilità di riscoprire il valore di un alimento fondamentale che accomuna le culture del mondo e che ha nobilitato l’umanità, sempre secondo Matvejević, vivendo contemporaneamente alcuni dei luoghi più rappresentativi e bellissimi della città. Gli eleganti spazi di Piazza del Duca, i Giardini della Rocca Roveresca, Palazzetto Baviera, Piazza Manni saranno infatti coinvolti nell’ospitalità di varie iniziative.

    In Piazza del Duca regnano come sempre i forni a cielo aperto, dove durante la giornata prenderanno vita le meravigliose fragranze in arrivo dalle aree ospiti sia nazionali, che internazionali. I forni saranno accesi e operativi giovedì 20 settembre dalle 17.30 alle 21; mentre nelle restanti giornate, venerdì, sabato e domenica, lo saranno dalle 9 alle 13.30 e dalle 15 alle 21, con l’eccezione di sabato 22 nel quale i panificatori in piazza proseguiranno nel loro spettacolo oltre l’orario consueto.

    Il prato della Rocca Roveresca ospita invece le aule didattiche dove sempre più adulti e bambini entusiasti mettono, come si suol dire, le mani in pasta e imparano i segreti della panificazione, grazie ai corsi gratuiti condotti da esperti panificatori (si raccomanda la prenotazione 338.7547793). Il laboratorio per i più piccoli “Mani in pasta!” si svolge nel pomeriggio dalle 15 alle 17, a partire da venerdì tutti i giorni ed è condotto dal maestro panificatore Matteo Borroni. Sono poi previsti percorsi didattici e visite per le scuole.

    Per gli amanti della pasta madre, da non perdere è l’incontro con Barbara Gobbi che presenterà un lievito madre di 150 anni, ereditato dalle donne della sua famiglia e oggi portato in coltura liquida. Per la sezione Food, sono attesi graditi ritorni: i pluripremiati chef Moreno Cedroni e Mauro Uliassi tornano a declinare la loro arte per il contesto del pane. Entrambi proporranno delizioso street food da consumare godendosi in pieno la manifestazione: Cedroni invita tutti nella sua salumeria ittica Anikò, mentre Uliassi nella sua innovativa cucina modulabile che sosterà ai giardini della Rocca. Tornano anche i gustosi fiori fritti di Fiorfrì.

    Come ogni anno, Pane Nostrum propone anche iniziative gluten free, pensate ad hoc per la celiachia (in collaborazione con AIC) e quest’anno concentrate in particolare sui bambini. Vi sono poi raffinatissimi Laboratori del gusto in collaborazione con Slow Food e per gli abbinamenti enologici con IMT – Istituto Marchigiano di Tutela Vini, inusuali e altrettanto raffinate serate in cui scoprire la Birra artigianale e i suoi abbinamenti (in collaborazione con l’Associazione Amici della Birra Marca Gallica di Senigallia).

    In piazza del Duca, piazza Manni e Rocca Roveresca ci saranno inoltre i Prodotti della Buona Terra. La buona terra e la sapienza dell’uomo. Le associazioni professionali agricole e artigiane Marchigiane presentano realtà produttive d’eccellenza (C.I.A. Terre di Frattula e produttori certificati BIO, Copagri, Coldiretti, CNA, Confartigianato). Sarà inoltre riproposta la seduta di assaggio certificato Olea, delegazione di Ancona, indirizzata ad assaggiatori in formazione.

    Ogni anno, Pane Nostrum racconta le molteplici manifestazioni del Pane, la fantasia e le tradizioni, ospitando maestri panificatori e realtà che lo valorizzano, e proponendo di fondo in modi molteplici una riflessione pratica e concreta su alimentazione corretta e consapevole, grazie anche al coinvolgimento dei panificatori del territorio aderenti a Confcommercio Imprese per l’Italia Provincia di Ancona. Ecco perché interessanti incontri, convegni e mostre a tema completano ogni edizione di Pane Nostrum, che ospita anche iniziative di solidarietà in collaborazione col Giardino degli Angeli.

    Tra gli incontri previsti la presentazione del libro domenica 23 settembre a Palazzetto Baviera alle 18 dal titolo Il profumo della farina calda di Armido Malvolti (ed. Aliberti, 2011). Sabato 22 settembre, Palazzo del Duca ospiterà inoltre il convegno di quest’anno, “Mangio e bevo il mio territorio”, organizzato dal Comune di Senigallia con La Fonte in collaborazione con Rees Marche nell’ambito del progetto “Oggi si acquista Bio” e incentrato su proposte per superare la crisi con l’economia locale e solidale.

    Se vuoi rimanere informato e aggiornato sui nostri articoli inserisci la tua email qui sotto: