Al solito posto si va per mangiare la cucina insolita della Chef, Serenella, che nel cibo mette tutta la sua passione, fantasia e abilità, lasciandovi sicuramente più che soddisfatti.
    Ristorante Eccellente
    Ci torneremo

    Ritorniamo sempre volentieri in questo ristorante, in realtà un vecchio pub che ora ha assunto le sembianze di un american bar (come cita l’insegna). Si mangia ai tavoli di legno seduti sui divanetti, con runner di stoffa e bicchieri colorati che fanno i coperti, in tutto una ventina, ben curati e fini. Il pane, la focaccia e i crostini impastati con la birra sono fatti pazientemente da Serenella, la chef, e il marito Alessandro, che gestisce il servizio.

    Il menù cambia abbastanza spesso, in base alla disponibilità degli ingredienti freschi e alla fantasia della chef che non vuole annoiarsi e annoiare mai. Sul menù sono presentate le due “degustazioni”, una a 40 €, l’altra a 55 €, entrambe bevande escluse; le pagine continuano poi con le portate, divise in antipasti, primi e zuppe, secondi e dolci. Una lista a parte per scegliere i vini o la possibilità di accompagnare la propria serata con una buona birra; noi optiamo per un Pigato della cantina Durin, un po’ particolare in quanto fatto con lunga macerazione delle uve, ma davvero apprezzato.

    Oltre a deliziarsi con le principali portate, qui si è coccolati con vari “extra”, come l’entrè dello chef, in questo caso un fantastico patè di baccalà su verdurine e orzo perlato. Tra gli antipasti, troviamo davvero gustoso il bocconcino di nasello su passatina di zucchine trombetta e fiore di zucca fritto; altri sono il tian di acciughe, con patate, pomodoro e briciole di pane e gli involtini di ricciola, melanzana e burrata con sorbetto di pomodoro. I primi sono tutti invitanti e rendono davvero difficile la scelta: i maccheroni rigati di pasta fresca con pesce locale e bottarga fatta in casa risultano essere eccezionali, un gusto che non si dimentica facilmente; inoltre, consigliamo vivamente le fettucine con erbette e gamberi rossi appena scottati; interessante anche, tra le zuppe, il ciuppin, piatto della tradizione ligure, qui rivisitato.

    I secondi lasciano grande spazio alle idee innovative della chef che abbina pesce o carne ad ingredienti come la caipirinha, la marmellata di peperone rosso o l’acqua di pomodoro; provare per credere! Tra i primi e i secondi ci viene portato un inframezzo per “pulire” la bocca, rappresentato in questo caso da un ciuppin di bietole e acciughe con gamberone crudo di Santa Margherita. Ma anche il dessert viene preceduto da una sorpresina, avendo quindi l’impressione di essere davvero coccolati e di trascorrere qualche ora molto piacevole in un ambiente rilassante con un servizio molto attento; a noi viene servita una fresca e deliziosa crema al limone coperta di gelatina alla birra weiss. Concludere con il sorbetto ai frutti di bosco decorato con fettine di frutta essicata (da loro) ci sembra un’ottima idea per una cena in cui si è mangiato più che a sufficienza. Non resta molto altro da aggiungere per descrivere una cena che è una vera e propria esperienza culinaria da provare piuttosto che sentirne parlare!

    Al Solito Posto
    Categoria Ristorante
    Città Bogliasco (GE)
    Indirizzo Via Giuseppe Mazzini, 228
    Numero di telefono +39 010 3461040
    Valutazione Eccellente (5/5)
    Ci torneremmo SI
    Prezzo indicativo 50 €, vini esclusi
    Sito web http://www.alsolitoposto.net/
    Orario settimanale A cena, domenica e festivi anche a pranzo
    Chiusura settimanale Lunedì
    Chiusura stagionale n.d.

    Nota: il giudizio viene effettuato in base alla seguente scala di valori:

    Se vuoi rimanere informato e aggiornato sui nostri articoli inserisci la tua email qui sotto: