Le mele non sono pere

    Non siamo impazziti, sappiamo che le mele non sono pere, né tanto meno vogliamo diventare un sito di detti famosi: forse stiamo solo scoprendo l’acqua calda dicendo che le mele non sono pere e che chi nasce tondo non muore quadrato. Battutacce e proverbi a parte, dopo un anno di esperienza ci siamo resi conto che sarebbe stato sempre più difficile decidere il voto sintetico dei luoghi da noi visitati, rischiando di impazzire effettuando confronti con altri locali per trovare la giusta quadratura dei conti.

    Abbiamo usato appositamente le parole “luoghi” e “locali” al posto di “ristoranti” o “osterie” proprio perchè, a nostro parere, il grosso delle difficoltà consiste nell’aver, fino ad ora, mescolato le mele con le pere. La soluzione trovata è quella di mantenere invariati i  voti possibili ma di dividere in categorie le nostre “esperienze enogastronomiche”. In questo modo, il principio di base di semplicità e volontà di non fare classifiche di dettaglio rimane valido: a noi non interessa dare il mezzo voto in ventesimi o il punto percentuale in più per distinguere tra due ristoranti in cui sostanzialmente si mangia in modo eccellente, così come non ci vogliamo limitare a segnalarvi un’osteria e basta. La giusta via di mezzo: soliti voti affiancati da categorie che riescano a distinguere un’ottima pizzeria da un ottimo ristorante. E ci mancherebbe altro!

    Tra parentesi, ci chiediamo che senso abbiano certe scale di valutazione se poi se ne usano solamente metà o addirittura un quarto. Ma questa è un’altra storia….

    Tornando a noi, ecco le categorie che abbiamo “sfornato”, nelle quali la cucina e la qualità dei piatti ricopre sempre e comunque un ruolo preponderante:

    • Ristoranti: comprende ristoranti e ristoranti “gourmet”; sono caratterizzati non solo dalla qualità della cucina, ma anche dalla cura nei piatti, dall’attenzione per la cantina e da un alto livello del servizio.
    • Osterie: categoria che include le  osterie stesse ma anche trattorie e agriturismi.
    • Pizzerie: non solo pizza, ma anche altri locali specializzati in prodotti da forno, come ad esempio focaccia di recco o farinata in Liguria, ma nei quali si mangia comodamente seduti.
    • Stuzzicherie: categoria variegata che considera paninoteche, vinerie, piadinerie ed altri locali in cui si mangia al banco o anche seduti ma nei quali non si consuma un pasto completo classico.
    • Ristoranti internazionali: include tutti i ristoranti di cucina estera come sushi bar, ristoranti cinesi, indiani, messicani, ecc. ecc…

    Il prezzo, anche in relazione alla classificazione di cui sopra, sarà ancora un altro fattore considerato.

    Ci teniamo infine a precisare che, secondo noi, esisterà sempre una zona di confine, ambigua per definizione: esempi ne sono alcuni locali classificabili tra ristorante od osteria, o le pizzerie con ristorante e così via.

    Per concludere, abbiamo associato ad ogni categoria un simbolo di valutazione diverso, in modo da essere immediatamente chiaro a tutti voi di cosa stiamo parlando.

    [Crediti | Immagine: regione.vda.it]

    Se vuoi rimanere informato e aggiornato sui nostri articoli inserisci la tua email qui sotto: