Portando con se differenti produzioni di Nero di Troia, vitigno coltivato prevalentemente in quella zona, e numerose altre etichette che hanno partecipato all’ultimo festival, Radici del Sud si incontrerà, sabato 20 ottobere 2012 ad Andria e con il Gal le città di Castel del Monte nell’ambito di una kermesse di preludio alla prossima XIII edizione di Qoco, l’importante evento elaiogastronomico di promozione e marketing territoriale a sostegno dell’Olio Extravergine d’Oliva Cultivar Coratina.

    La felice intuizione di coniugare le attività olivicole con quelle enologiche in un progetto parallelo di divulgazione delle eccellenti produzioni di entrambe i comparti si concretizza così in un interessante momento di studio ed approfondimento legato alle tematiche che stanno a cuore al mondo dei produttori che con competenza, professionalità e abnegazione lavorano con estrema cognizione di causa e crescente successo.

    Vediamo nei dettagli il programma dell’evento a nome “Aspettando Qoco con i vini di Radici del Sud”.

    Alle ore 16,30 presso il Chiostro di San Francesco avrà luogo la conferenza stampa regionale a cui interverranno il sindaco di Andria, Avv. Nicola Giorginol’assessore all’agricoltura dott. Benedetto Misciosciail dott. Francesco De Leonardis direttore tecnico GAL città Castel del Montel’organizzatore di Qoco il giornalista Francesco Di ChioNicola Campanile, presidente di Radici Wines e il giornalista de “Il Mattino” Luciano Pignataro. L’ ingresso è libero anche al pubblico di appassionati.

    Alle ore 18,30 seguirà “Il nero di Troia tra asprezze e dolcezze”, una degustazione guidata di sei diverse etichette di Nero di Troia selezionate tra gli areali di Castel del Monte, del Tavoliere e della Daunia, dove la leggenda narra che Diomede fosse sbarcato portando dei tralci di vite che proprio là avessero trovato un habitat favorevole al loro ottimale sviluppo.

    Nicola Campanile con i giornalisti Luciano Pignataro, Giuseppe Barretta e Antonio Gelormini introdurrà l’assaggio dei vini evidenziando le loro peculiarità e quelle del vitigno da cui provengono come fondamentali per la comprensione e valorizzazione del Nero di Troia. Saranno proposte riflessioni sui temi inerenti lo strategico momento che in Italia e all’estero sta vivendo il Nero di Troia in virtù delle sue caratteristiche che tanto lo differenziano dagli altri a bacca rossa pugliesi più conosciuti (vedi Primitivo e Negroamaro), su quanto facilmente riesca a abbinarsi alla cucina tradizionale che osserviamo tendere verso un certo alleggerimento ed anche sulle molteplici e variegate espressioni proposte dai numerosi produttori nei vari areali d’origine.

    Parteciperanno al dibattito con preziosi contributi di fattiva esperienza Leonardo Palumbo (Presidente Assoenologi), Antonella Briglia (Enologa), Cristoforo Pastore (Enologo), Antonio Gargano (Presidente Consorzio di tutela Doc Tavoliere), Giuseppe Marmo (produttore Tenuta Cocevola) e Gianfelice D’Alfonso del Sordo (produttore). L’accesso alla degustazione è limitato alla partecipazione di sole 30 persone, per accreditarsi è necessario rivolgersi al numero 349.7821053. Il programma della manifestazione prevede infine con inizio alle ore 19 e ingresso libero, l’apertura dei banchi d’assaggio dei vini da vitigno autoctono presenti a Radici del Sud 2012 che si potranno sposare  a un ricco e prelibato buffet di piatti tipici locali offerto da Masseria Barbera di Minervino Murge.

    Il costo del Kit di degustazione è di € 5. info&prenotazioni 349.7821053

    Se vuoi rimanere informato e aggiornato sui nostri articoli inserisci la tua email qui sotto: